SENZA META

Fotografia

Fotografare in viaggio

Fotografare quando si viaggia è naturale se non indispensabile. Chiunque visiti posti nuovi si confronta con culture e tradizioni diverse dalle sue, e se si è capaci di mettere queste differenze su un’immagine si è gia riusciti a fare una bella foto.

Attrezzatura
La scelta dell’attrezzatura fotografica dipende da un fattore: Come si viaggia (a piedi, in bici, in moto etc.)? Il peso del corredo fotografico (ma anche l’ingombro) infatti può diventare il peggior nemico del viaggiatore. Al giorno d’oggi si trovano macchine fotografiche digitali e compatte per tutte le tasche e di qualità soddisfacente per quasi tutti i fotoamatori-viaggiatori.
La qualità sicuramente inferiore ad una reflex è compensata da ingombro e peso praticamente nulli.
Inoltre se non si è un professionista avvicinarsi alle persone con un macchinone enorme crea un certo disagio nel soggetto e rende le foto innaturali, con una compatta invece si è discreti e la naturalezza delle scene vissute resta autentica.

Cosa fotografare
Bisognerebbe evitare le solite foto banali (tipo ponte di Venezia) e concentrarsi sulle emozioni che si vivono viaggiando. Se ad esempio entriamo in un borgo di una cittadina e ci colpisce un artigiano scambiamo due chiacchiere con lui e chiediamogli se possiamo fare qualche foto mentre lavora. Riguardando quelle immagini ci tornerà in mente l’atmosfera di quel posto potremo risentire i suoni e gli odori, cosa che invece con una foto della piazza principale, forse, non potrebbe accadere.
Ricordiamoci, quando fotografiamo un monumento di inserire sempre un essere umano nell’inquadratura per avere un’idea delle dimensioni dello stesso.

Quando fotografare
Le ore migliori per scattare foto a paesaggi e monumenti sono l’alba ed il tramonto, ma sarà utile avere la macchina sempre pronta a scattare perchè la foto più bella del viaggio e sempre scattata nei momenti più imprevedibili.

Sicurezza 
In ultimo ricordatevi di documentarvi su gli usi e le leggi dei posti che visitate, ad esempio in alcune zone del pianeta fotografare le donne è un’offesa grave, in altri posti gli abitanti credono che la macchina fotografica gli rubi l’anima, etc.
Inoltre è sempre e ovunque vietato fotografare senza autorizzazione postazioni militari o di interesse bellico.
In aereo non lasciare mai l’attrezzatura nelle valige ma sempre nel bagaglio a mano, se che vogliate rivedere le vostre preziose macchine tutte intere, ricordate che gli operai che caricano le valigie a bordo sono anche detti “lanciatori”.